Home » La cura della salute

La cura della salute

Resurrezione di Lazzaro

 

Fra le indicazioni che do di norma ai pazienti ci sono le regole di base per curare la salute. E’ un repertorio in costante evoluzione, e ogni suggerimento per migliorarlo sarà ben accetto. I criterii sono semplici. Quello che fa la differenza è l’importanza che gli si dà, e l’assiduità con cui si seguono. L’idea di fondo è che nulla – nel nostro organismo – è lì inutilmente. Ogni parte, organo, apparato non può restare inoperoso. Ma va fatto lavorare secondo la sua propensione naturale. Non abbiamo gambe forti e efficienti per lasciarle tutto il giorno inchiodate tra sedie e poltrone. Non abbiamo un cervello dalle infinite potenzialità per rimbambirlo costantemente con tv, facebook e videogiochi. L’organismo, per mantenersi sano, non chiede altro che di essere usato. I nemici della salute sono riassunti nei peccati capitali. Il più pericoloso in termini biologici, il più letale è l’accidia, l’inerzia frutto della pigrizia, cui un certo stile di vita ci incoraggia a indulgere. Prima che con le azioni, la salute si cura con la testa. Colla volontà di rispettare ciò che siamo. Colla motivazione del piacere di vivere. Il pessimismo, il disagio esistenziale non è nella nostra natura. Ma è un portato culturale, un prodotto dei modelli di vita nel mondo delle banche, che ci fa schiavi nella mente prima ancora che nelle azioni.

Le regole di base per curare la salute:

– bere ogni giorno (in inverno) almeno tre litri di liquidi;

– dedicare almeno un’ora al giorno all’attività fisica (ginnastica, marcia coi bastoni, salto con la corda, nuoto, bici, o l’attività che viene meglio fare);

alimentarsi con saggezza, in proporzione al proprio grado di attività, privilegiando i vegetali (non del supermercato) e limitando grassi (= salumi, latticini, uova, olio, fritti), proteine animali e sale;

respirare sempre a bocca chiusa (salvo quando si nuota). Se il naso è tappato, liberarlo con soluzione salina, iso o livemente ipertonica (tipo acqua di mare);

– bere la mattina, in inverno, mezzo litro di spremuta d’arancia fresca (eventualmente mischiando il succo di un limone se vi è acidità gastrica);

– assumere tutti i giorni omega 3, come germogli di lino e portulaca con l’insalata, e/o olio di pesce;

– stare il più possibile alla larga dalle radiazioni elettromagnetiche (apparati wi-fi, antenne di radiotrasmettitori, tralicci dell’alta tensione, cellulari). Il telefonino, quando acceso, dovrebbe stare a non meno di 40 cm dal corpo. Per parlare, vanno usati il viva voce o l’auricolare col filo

– se proprio non si può andare in giro nudi, indossare indumenti e calzature confortevoli, che rispettino la fisiologia dell’organismo;

– non usare i condizionatori d’aria, e evitare per quanto possibile gli ambienti con climatizzazione artificiale. La funzione di deumidificazione può talora essere utile. Ma la ventilazione forzata è sempre nociva;

– ignorare qualunque messaggio istituzionale (media, autorità sanitarie, professionisti del ramo di ogni sorta) riguardante la salute: è invariabilmente propaganda, per ottenere scopi che non sono mai i nostri, coll’arma del terrorismo. Esempi: le colossali menzogne riguardo l’AIDS, l’aviaria, l’Ebola;

– evitare quanto più possibile ogni sorta di farmaci;

– non fare mai esami diagnostici, strumentali o di laboratorio, a meno che non se ne riconosca l’opportunità, nei rari casi in cui possono dare informazioni utili a curare la salute;

– stare lontani da tutto quello che passa sotto l’etichetta di “prevenzione”: niente, di tutto ciò che propone, può giovare alla nostra salute. Non è che marketing, e si rischia di pagarlo a caro prezzo;

– non fare mai vaccini, per qualunque scopo vengano proposti;

– cogliere il senso della malattia e affrontarla con ottimismo, senza paure di nessun genere, partendo dal concetto che la natura, così come l’ha prodotta, può allo stesso modo farcene guarire: siamo meno fragili, e abbiamo molte più risorse, di quanto vogliano farci credere.

Idratazione

Movimento

Alimentazione

Rischi ambientali

Abbigliamento

Farmaci

Esami diagnostici

Prevenzione

Vaccini

 

 


4 commenti

  1. DOTT.PIGA HO LETTO CON ESTREMO PIACERE. DOPO LA SUA VISITA HO CAPITO VERAMENTE CHE PER ANNI SONO STATO PRESO PER ILC…..MI HA FATTO CAPIRE CHE INFONDO IL MIO MALESSERE E’ DA RICERCARE DENTRO DI ME. POCA ACQUA, POCO SPORT, MOLTO STRESS E ADESSO IL CELLARE ECC. QUANTO SCRIVE CONFERMA LA MIA CONVINZIONE CHE QUELLO CHE VEDO NEL MIO QUOTIDIANO E’ CONTINUO “RUBARE”. GRAZIE CONTINUERO’ A LEGGERE E DIVULGARE IL MESSAGGIO

    • La ringrazio. La salute è sempre un fatto personale. Avendo le idee più chiare, il percorso per recuperarla è sicuramente meno arduo. Siamo tutti ingannati, chi lo fa ne è in genere inconsapevole. Le risorse per rimediare le abbiamo. Bisognerà trovare il coraggio di usarle.

  2. SCIENZA MEDICA
    Ultimamente la medicina non è altro che una scienza asservita che si masturba in continuazione e gode di sé stessa e del proprio masochismo ben retribuito.
    O che bel castello
    matundiro dirundello,
    o che bel castello
    matundiro dirundà.
    Invece di capire la forza, la gagliardia, la potenza, la prestanza e il vigore che arriva dalla natura e alla natura ritorna in mille fogge diverse ma sempre equivalenti, la rapina a volto coperto con una mascherina da sala operatoria.
    O che bel drappello
    ricco gonfio pieno bello,
    o che bel cestello
    quando mai si dividerà.
    È vero che codesta disciplina erudita è un’autostrada a mille corsie, larga, tortuosa, scorrevole, cavillosa, che dovrebbe convergere però in un unico viale con un solo varco d’uscita.
    O che bell’orpello
    girotondi e carosello,
    o che bel castello
    di canoniche difformità.
    La sola e credibile indole da perseguire. La persona, l’ambiente e la loro interazione: l’energia vitale. Infinita e rinnovabile.

    Giuliano II° d’Ogliastra

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scroll Up 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Leggi la pagina "Tutela della privacy"

Chiudi